CALLE SCOTO DE SCOTI

Come vi avevo già raccontato in un altro post, fino al 1955 questa piccola strada era da tutti conosciuta come Calle degli Asini.

Poi succede che il 7 dicembre di quell’anno viene deciso di celebrare una figura importante per la storia di Conegliano, Scoto de Scoti per l’appunto, dedicandogli una via cittadina.

Ma chi è Scoto? È un coneglianese che, nel XIV secolo, si è distinto in tre diverse occasioni.

Nel 1329 conduce un’azione diplomatica che affida Conegliano a Verona.

Resosi conto che la vita sotto il domino degli Scaligeri non ha portato beneficio alcuno, ma solamente uno sconsiderato aumento delle tasse, nel 1337 Scoto prepara e guida la sollevazione popolare contro i signori, che lui stesso aveva voluto governassero la sua Conegliano, e dichiara devozione alla città di Venezia.

Nel 1339 Scoto è nuovamente irrequieto. Ha il sentore che Venezia voglia consegnare Conegliano a Treviso e non può assolutamente permettere che ciò si concretizzi: Treviso è la nemica storica di Conegliano! Così prepara subito la contromossa, cercando di spiazzare Venezia: offre la sua città ad Aquileia. L’esito è positivo? Parrebbe di sì: Venezia assicura l’indipendenza a Conegliano e Conegliano rimane sotto Venezia fino al 1356.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *